Archivio per ‘Senza categoria’ categoria

Liberazione e Brigata Majella

9 dicembre 2017
Presso  l’Istituto “A. Marino” di Casoli nel giorno della nascita della Brigata Majella i veri protagonisti sono stati le ragazze e i ragazzi dell’istituto che con impegno, serietà e competenza hanno dimostrato interesse per la mostra storia e per i valori di libertà e democrazia. 
La partecipazione dei Presidenti dell’ANPI comunale e provinciale, della giornalista e scrittrice M. R. La Morgia, Mario Setta, docente e studioso; Vincenzo Rossetti, autore di testi storici su Casoli; Gianfranco Marsibilio, figlio di un partigiano e componente del direttivo dell’Ass. Naz. Brigata Majella di Guardiagrele è stata una presenza molto qualificata. Con molta sincerità vedere questi ragazzi, i loro lavori, e vederli protagonisti mi ha riempito il cuore.
Non è stata una giornata rituale, non ho vissuto una giornata ripetitiva, scontata, formale è stata invece ricca di riflessioni in cui ho percepito un cambio generazionale e un passaggio di testimone. 
Devo ringraziare e dare atto delle competenze della scuola, della dirigente, dei docenti che fanno crescere la consapevolezza di quello che siamo stati, di quello che siamo e di quello che saremo.
 
Il sindaco di Casoli: Massimo Tiberini

I 51 ebrei triestini deportati nel lager di Casoli

5 dicembre 2017

Senzanome

Seminario: Liberazione e Brigata Maiella

5 dicembre 2017

Giornata di riflessione e approfondimenti degli studenti e docenti delle classi quinte dell’Istituto, 5 dicembre 1943, si costituisce a Casoli la Brigata Majella con il comandante Ettore e il vice Domenico Troilo. Unica a essere decorata con la medaglia d’oro al valor militare. Intervengono Della Morgia Piera e Antonio Innaurato, presidenti locale e prov.le ANPI; Maria Rosaria La Morgia, giornalista e scrittrice; Mario Setta, docente e studioso; Vincenzo Rossetti, autore di testi storici su Casoli; Gianfranco Marsibilio, figlio di un partigiano e componente del direttivo dell’Ass. Naz. Brigata Majella di Guardiagrele. Algeri Marino.

SEMINARIOBRIGATAMAJELLA_2017_sito

28 ottobre 2017 – L’Antifascismo in marcia

13 ottobre 2017

Manifesto nazionale 28 ottobre ANPI

74° Anniversario della Rivolta Lancianese degli Eroi Ottobrini 5-6 ottobre 1943

5 ottobre 2017

In occasione del 74° anniversario della gloriosa rivolta di Lanciano contro il nazifascismo, il Comune di Lanciano e l’Anpi Lanciano sezione Trentino La Barba propongono un ricco programma di manifestazioni in onore dei Martiri Lancianesi e della memoria dei fatti che valsero alla Città di Lanciano la Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Ad aprire e chiudere gli eventi in programma sarà un testimone straordinario della Resistenza e dell’Antifascismo italiano, Adelmo Cervi, figlio di Aldo fucilato dai fascisti a Reggio Emilia nel 1943 con gli altri 6 fratelli. La mattina di martedì 3 ottobre e mercoledì 4 ottobre, nell’ambito del progetto dell’Anpi “Coltivare la Memoria Storica – Incontro con il testimone”, Cervi risponderà alle domande dei giovani studenti delle classi terze delle scuole medie cittadine. Venerdì 6 ottobre, alle 17.45 nella Casa di Conversazione, si terrà invece la presentazione del suo libro “Io che conosco il tuo cuore” (Edizioni Piemme), organizzata in collaborazione con Anpi e Auser Lanciano: è la storia del padre partigiano, combattente per la Libertà e la Democrazia, che venne ucciso dai fascisti il 28 dicembre 1943 nel poligono di tiro di Reggio Emilia.

Martedì 3 ottobre, alle ore 17, si terrà la presentazione del libro romanzo “Il patriota giardiniere” (Editrice Carabba) di Umberto Nasuti, sempre nella Casa di Conversazione. Mercoledì 4 ottobre alle ore 17 nel Polo Museale Santo Spirito, convegno su “Nuove destre, nuovi populismi” a cura dell’Associazione L’Atritalia e Anpi Lanciano, con la collaborazione dell’ACP Regione Abruzzo.

Giovedì 5 ottobre alle 16.45,  raduno presso il Sacrario dei Martiri Ottobrini Lancianesi nel Cimitero di Lanciano: alle 17 Santa Messa nella Cappella del Sacrario celebrata dall’Arcivescovo della Diocesi Lanciano Ortona, Emidio Cipollone. Alle 18.30 ritrovo in Corso Trento e Trieste all’altezza della Lapide dedicata alle telefoniste dell’Agenzia S.T.I.M.O. e inizio del percorso della Memoria per alimentare la Pace, fiaccolata in ricordo dei tragici eventi del 5 e 6 ottobre 1943, a cura dell’ANPI e del Comune di Lanciano. L’itinerario sarà il seguente: dal luogo del raduno, il corteo si muoverà verso piazza Plebiscito, Corso Roma, Via Feramosca, Salita Arcivescovado, breve sosta in Largo dell’Appello e deposizione cuscino di fiori davanti al monumento a Trentino La Barba, Via Spaventa e conclusione fiaccolata in Piazza Martiri Lancianesi davanti il Monumento. Lungo il percorso ci saranno dei momenti dedicati alla lettura di alcune pagine tra le più belle dedicate alla Rivolta Lancianese.

Venerdì 6 ottobre dalle ore 9.30 in poi solenne celebrazione della memoria della Rivolta Lancianese degli Eroi Ottobrini, una delle pagine più nobili della Resistenza italiana. La cittadinanza è invitata a partecipare per rinnovare i valori della Libertà e della Democrazia, consapevoli che “chi dimentica è condannato a ripetere gli orrori”.

 

 

MartiriLancianesi

Saluto a Nicola Troilo

25 agosto 2017

saluto nicola troilo

Taranta resistente

11 agosto 2017

IMG-20170806-WA0016

Giornata Antifascista – iniziative svolte

5 giugno 2017

Il 27 maggio è stata la Giornata Nazionale Antifascista e nella provincia di Chieti sono state innumerevoli le iniziative che si sono svolte.

Comitato Provinciale

Sezione di Casoli

 

Basta con i fascismi – Giornata antifascista

23 febbraio 2017

Un’iniziativa unica nel suo genere che segna un ulteriore e importante passo in avanti della nostra Associazione sul fronte del contrasto giuridico, sociale e culturale ai fascismi“. Con queste parole Carlo Smuraglia, Presidente nazionale ANPI, lancia la Giornata antifascista che si svolgerà in tutta Italia sabato 27 maggio. Una iniziativa che intende costruire nel Paese una diffusa coscienza nazionale sul problema dell’intensificarsi del fenomeno e della minaccia neofascista in Italia e nel mondo, dei razzismi, della xenofobia e sulla necessità, quindi, di una piena attuazione dei principi e dei valori della Costituzione nata dalla Resistenza. In Italia, in particolare, assistiamo a sempre più diffuse manifestazioni di apologia del fascismo, come il recente raduno al Cimitero maggiore di Milano in onore dei repubblichini di Salò, che sembrano non avere adeguate risposte e attenzione da parte delle istituzioni e della politica. Ancora più grave è l’impatto sulle giovani generazioni delle dimostrazioni di forza e odio che imperversano in modo particolarmente preoccupante nel web: su Facebook, secondo l’inchiesta del quindicinale dell’ANPI sono 500 le pagine apologetiche del fascismo e del razzismo.

Visita la pagina relativa alle iniziative della Provincia di Chieti